Il pannolenci e il feltro sono delle stoffe che vengono molto usate per realizzare piccoli lavori di cucito creativo che possono ravvivare le nostre case in modo originale e creativo. Infatti è sempre piacevole poter personalizzare gli ambienti domestici con qualcosa che si è realizzato con le proprie mani. Ecco un utile tutorial per un gufetto in pannolenci, che ti spiega come realizzare dei gufetti in feltro e in pannolenci che puoi usare in tanti modi diversi.

Tutorial gufetto pannolenci

Occorrente

Procurati tutto l’occorrente, soprattutto il cartamodello che puoi scaricare dal nostro sito. Con il cartamodello del gufetto che avrai a disposizione, realizzare questi simpatici animaletti sarà semplicissimo.

Non devi fare altro che seguire le linee del cartamodello del gufo per ritagliare le varie parti di cui si comporrà il tuo gufetto. Sul cartamodello troverai gli occhi, la sagoma principale, il pancino, le ali, il becco, un piccolo fiore decorativo e le zampette. Usa scampoli di pannolenci (o di feltro) e di stoffa americana di diversi colori, quelli che preferisci.

Quando hai ritagliato tutte le parti che trovi sul cartamodello, inizia a cucirle insieme, tenendo fede all’immagine dei gufetti in pannolenci che trovi all’inizio e alla fine di questo tutorial.

  1. Per prima cosa cuci o incolla sulla parte frontale del gufetto il pancino, il nastro merletto, gli occhi e il becco. Per realizzare le ciglia, con il cotone nero, cuci dei piccoli punti. Se non sei molto pratica con ago e filo, puoi anche disegnarli con un pennarello sottile per tessuti.
  2. Poi devi cucire insieme la parte frontale e quella posteriore, delle ali e delle zampe del gufetto. Passa con l’ago e il filo lungo tutto il margine esterno, facendo attenzione a lasciare una piccola apertura per poter inserire l’ovatta per imbottiture così che ali e zampe risultino più morbide e rigide.
  3. Dopo aver completato le zampe e le ali, bisogna passare a cucire il corpo del gufetto. In questa fase fà attenzione a ricordare di inserire le ali e le zampe tra le due parti del corpo nella giusta posizione, sarebbe meglio fissare con degli spillini tutte le parti per tenerle insieme fino a quando non hai finito di cucire. Come hai fatto per zampe e ali, ricorda di lasciare una piccola apertura nel corpo del gufetto per inserire l’ovatta per imbottiture in modo tale che il gufetto risulti un po’ più morbido e gonfio.

Questo semplicissimo tutorial per realizzare dei gufetti ti insegna come mettere insieme le varie parti che trovi sul cartamodello che puoi scaricare dal nostro sito, ma il risultato finale dipende dalla tua fantasia! Puoi usare il pannolenci o il feltro; puoi scegliere diversi colori; puoi aggiungere altri elementi, ad esempio un fiocco, o un fiore, da cucire sul corpicino del gufetto e puoi usare nastri e merletti per decorarlo e rifinirlo come più ti piace.

Come puoi usare il gufetto che hai realizzato? Può essere una bella decorazione per la cameretta dei bambini; oppure puoi riempirlo con del pot-pourri e usarlo come profuma biancheria. Ecco qui di seguito due diverse varianti che puoi realizzare usando lo stesso cartamodello, con pannolenci di colori diversi ed altri elementi decorativi come perline e fiocchetti:

Tutorial gufetto pannolenci

Tutorial gufetto pannolenci

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.